Il backup dei dati diventa indispensabile con il GDPR

Con l’entrata in vigore, lo scorso 25 Maggio, del nuovo Regolamento Europeo sulla protezione dei dati (GDPR) al quale si devono adeguare tutte le Aziende, sono diverse le “buone pratiche”, gli accorgimenti e le misure organizzative e tecnologiche da considerare per essere in regola ed evitare le pesanti sanzioni previste per chi non si adegua.

Tra le misure per la gestione del rischio ed in particolare tra le “Misure Tecnologiche” (come riportato anche dal sito del Garante per la protezione dei dati personali Italiano), metterei l’attenzione su alcuni aspetti tra i quali: policy di sicurezza logiche e fisiche, aggiornamenti servizi e software, cifratura dei dati e conservazione adeguata.

Ecco quindi che diventa indispensabile adottare delle politiche di backup dei dati efficaci, aggiornate e sicure.

Basta con cassette, chiavette USB e Hard-disk esterni da portare a casa per il backup dei dati Aziendali.

È il momento di adottare una serie di politiche ed accorgimenti tecnologici in grado di metterti in regola con il GDPR e di essere efficaci in caso di disaster-recovery.

Partiamo quindi dai tre passi da seguire per avere un backup a regola d’arte:

NAS e CRITTOGRAFIA

Il NAS (Network Access Storage) è un dispositivo di rete il cui compito è quello di ospitare i dati nativamente, andando a soppiantare quelli che una volta erano i “file-server”, o i dati di Backup di altri apparati in rete quali PC o Server. I dischi utilizzati negli ambienti NAS sono dotati di maggiore robustezza, affidabilità ed efficienza rispetto a quelli tradizionali presenti nei PC. È grazie a queste specifiche caratteristiche che i dati vengono immagazzinati in modalità sicura.

Un altro dei requisiti di sicurezza richiesta dal GDPR è la Crittografia dei dati per consentirne un accesso solo al legittimo proprietario.

RAID

I dischi presenti all’interno di un NAS vengono di norma configurati in gruppi RAID, una tecnica che permette di vedere un gruppo di dischi come se fossero un unico volume garantendo ridondanza dei dati, continuità di funzionamento e disponibilità degli stessi in caso di guasti sui singoli dischi.

In particolare con il RAID5, che richiede un minimo di tre dischi, la ridondanza è ottenuta mantenendo una capacità degli hard disk più efficace rispetto al RAID1 e consentendo di non perdere i dati anche in caso di rottura di uno di essi.

CLOUD

NAS e RAID5 sono senz’altro un binomio efficace per avere una copia sicura dei propri dati, ma non basta!

Cosa succede in caso di:

  • CATASTROFI: accadono quasi sempre quando meno te lo aspetti e possono intaccare i dati in tutti i tuoi dispositivi come computer, server, tablet, smartphone, Nas, etc… I disastri più comuni sono incendi, terremoti, inondazioni. Poco importa sei hai un backup dei dati su un NAS, se va a fuoco, anche i tuoi dati se ne andranno in fumo. Una copia di backup dei tuoi dati in Cloud ti consente di ripristinarli su un altro hardware e continuare ad essere operativo già dal giorno dopo l’evento catastrofico.
  • GUASTI: nulla dura all’infinito, sarà già capitato anche a te di aver perso dei dati (foto, contatti, documenti) presenti nel tuo smartphone, nella schedina della tua macchina fotografica o nel tuo PC. Avendone una copia di backup in Cloud un guasto al tuo hardware non è più una cosa così drammatica.
  • REATO/FURTO: oltre alla sicurezza “logica” della tua rete in cui sono ospitati PC, Server e NAS devi pensare anche alla sicurezza fisica. Puoi essere sicuro al 100% che un furto non possa compromettere la permanenza dei dati in Azienda? Assicurati di averne una copia di emergenza in Cloud e che i dati siano Crittografati in modo tale che il ladro non possa leggerli.
  • ERRORE UMANO: errare è umano, e l’eliminazione accidentale di un file, una cartella o un programma sono sempre dietro l’angolo. Una copia di backup in Cloud ti permette di ripristinare eventuali file cancellati erroneamente.

Il backup in Cloud è la possibilità di avere uno spazio esterno all’Azienda in un Data-Center sicuro e monitorato H24, 365 gg all’anno dal quale poter ripristinare i propri dati in qualsiasi momento ed in qualsiasi luogo.

A questo proposito, in qualità di System & Cloud Integrator come SEN siamo in grado di fornire una soluzione completa che comprende:

NAS Qnap per il backup locale dei dati con Crittografia e configurazione RAID dei dischi

SEN.Cloud Backup per avere un backup in Cloud del tuo server, dei tuoi PC, ma anche degli Smartphone.

SEN.Cloud Storage, ovvero il backup in Cloud studiato appositamente per il tuo NAS.