L’Internet of Things cresce anche in Italia

Venerdì 13 Aprile 2018 abbiamo partecipato al convegno “Internet of Things: connessi o estinti!”, che si è svolto in Bicocca. Durante il quale sono stati presentati i risultati della ricerca dell’Osservatorio Internet of Things della School of Management del Politecnico di Milano.

Dalla ricerca è emerso che nel corso del 2017 il mercato dell’IoT in Italia è cresciuto del 32% con un investimento di 3,7 miliardi. A trainare questo mercato in Italia è il settore dello Smart Metering, che vale 980 milioni di euro e rappresenta il 26% del mercato, con un +3% rispetto al 2016. A seguire la Smart Car, che vale 810 milioni di euro, pari al 22% del mercato con una crescita molto più sostenuta, a +47%. Poi le applicazioni di Smart Building, con i loro 520 milioni di euro, pari al 14% del mercato IoT, le soluzioni IoT per la logistica (360 milioni di euro, +45%), la città (320 milioni di euro, +40%) e la casa (250 milioni di euro, +35%).

Con la diffusione del 5G e dell’IoT nascono nuove figure professionali che hanno lo scopo di integrare le competenze in ambito IoT con altre come la data analytics o la cybersecurity.

Industria IoT ha un ruolo sempre più rilevante nel mondo industriale

Sempre più imprese sono interessate all’utilizzo di soluzioni IoT al loro interno. La motivazione di questo interesse risiede nella possibilità di monitorare in tempo reale il funzionamento di un impianto produttivo, raccogliendo dati utili per studiare logiche di manutenzione predittiva che consentano di limitare gli stop alla produzione. Saper valorizzare i dati raccolti all’interno di fabbriche e supply chain rappresenta il vero cambiamento.

La diffusione dell’Industria IoT va di pari passo col il piano nazionale Industria 4.0 che prevede, nel quadriennio 2017-2020, agevolazioni a vantaggio delle imprese che investiranno in Ricerca e Sviluppo.

Come si evince dalla ricerca, l’IoT sta assumendo un’importanza sempre più rilevante in molti settori, dal retail all’industria. A livello tecnologico l’Italia è pronta, ciò che manca è la comunicazione di cosa l’IoT è in grado di fare. Infatti nonostante le imprese siano sempre più in grado di comprendere le opportunità offerte dall’IoT nel mondo industriale, occorre ancora lavorare per cogliere appieno i benefici.