La Nuova Sabatini 2020 prevede un rifinanziamento di 540 milioni complessivi per l’acquisto di beni strumentali, con l’obiettivo di facilitare l’accesso al credito delle Pmi e accrescere la competitività nella produzione italiana.

È previsto un rifinanziamento di 105 milioni di euro per l’anno 2020, di 97 milioni di euro per ciascuno degli anni dal 2021 al 2024 e di 47 milioni di euro per l’anno 2025.

Novità Nuova Sabatini 2020

  1. Niente soglia massima, investimenti senza limite
  2. L’investimento non deve superare i 100 milioni di euro, così da poter erogare il contributo in un’unica soluzione
  3. Aumento del contributo del 5% per le micro imprese e del 3,575% per le medio imprese

Questi finanziamenti sono destinati alle micro, piccole e medie imprese per investimenti in nuovi macchinari, impianti e attrezzature, compresi gli investimenti in beni strumentali “Industria 4.0”. Sulle somme autorizzate è mantenuta la riserva del 30% delle risorse e la maggiorazione del contributo statale del 30% per gli investimenti in beni strumentali cd. “Industria 4.0”.

Requisiti imprese ammesse

Le imprese che possono accedere al finanziamento devono:

  • Avere una sede operativa in Italia
  • Essere iscritte al Registro delle Imprese
  • Non essere sottoposte a liquidazione volontaria o a procedure concorsuali e non essere in difficoltà economica

Quali sono i beni agevolabili?

I beni che si possono acquistare con il contributo sono:

  • macchinari
  • Attrezzature
  • Impianti
  • Beni strumentali ad uso produttivo
  • Hardware, software e tecnologie digitali

I beni devono essere nuovi.

Se vuoi usufruire di questo finanziamento per poter rinnovare la tua azienda non ti aspetta che contattarci per saperne di più.