Sebbene l’emergenza sanitaria stia passando, nelle aziende ha lasciato un’impronta indelebile. Secondo alcune recenti ricerche effettuate da aziende del settore, è emerso che gli investimenti nelle soluzioni di unified communication e collaboration hanno subito un significativo aumento.

Secondo IDC, l’89% degli intervistati ha affermato che l’adattamento rapido al lavoro a distanza è stato il maggiore impatto positivo a lungo termine sulla propria organizzazione.

Il COVID-19 ha costretto le Aziende ad abbracciare in maniera rapida il nuovo modo di lavorare e hanno trovato vantaggiosa l’adozione del lavoro agile. A confermare questa affermazione è stata la ricerca svolta da Nemertes, che ha scoperto che il 70% delle organizzazioni intende continuare a lavorare in remoto anche dopo l’emergenza.

Questo dimostra che la crisi è stata una svolta per l’adozione dello smart working in tutto il mondo.

Gli impatti sul posto di lavoro post-COVID

Le restrizioni imposte dall’emergenza sanitaria hanno cambiato il nostro modo di lavorare.

Le restrizioni su viaggi, mobilità e prossimità hanno portato alla normalizzazione del lavoro a distanza, distribuito e domiciliare .

Agilità, rapidità decisionale, pianificazione di emergenza sono obbligatorie per ogni organizzazione, settore pubblico o privato. Inoltre, le esperienze dei dipendenti e dei clienti sono sempre più digitali e virtuali.

Abbiamo pensato di analizzare queste tendenze e come ognuna di esse cambierà il modo in cui pensiamo al nostro lavoro, alle nostre tecnologie e alle nostre esperienze.

Nel frattempo, ecco alcune considerazioni di pianificazione più ampie da inserire nelle conversazioni della tua organizzazione e se ti va ne potremmo discutere insieme magari utilizzando proprio una delle nostre soluzioni di collaboration aziendale:

1) Hai gli strumenti di collaborazione giusti per abilitare la tua forza lavoro a lungo termine?

2) I tuoi clienti possono raggiungerti e interagire facilmente con te tramite canali digitali?

3) Hai preso pienamente in considerazione il ruolo del Cloud nella tua infrastruttura?

4) Esistono le giuste misure di sicurezza informatica e protezione dei dati per questo nuovo mondo?

5) In che modo l’intelligenza artificiale, l’apprendimento automatico e l’automazione possono aiutarti a passare al post-COVID?

 

Questi sono degli spunti che vogliamo dare alla tua Azienda per riflettere su come è cambiato il modo di lavorare e sull’impatto che avrà a lungo termine.

Nelle prossime settimane approfondiremo altri aspetti del remote working, nel frattempo STAY TUNED!